A casa della SPOSA!

E’ finalmente arrivato il giorno tanto atteso. Oggi si realizza il sogno di una vita. Ed avere foto di matrimonio favolose è il sogno di ogni sposa. Tutte le spose sognano guardando i bellissimi servizi sui giornali in tema wedding o cercando sul web. Anche voi immaginate che il fotografo che avete scelto scatterà le stesse bellissime fotografie al vostro matrimonio e non vedete l’ora di ammirarle. In fondo basta solo scegliere un bravo fotografo, giusto? SBAGLIATO!

Partiamo dal presupposto che scegliere un bravo fotografo sia un ottimo punto di partenza. Ma non deve essere solo bravo, deve essere un fotografo in cui vi riconoscete. Questa cosa viene spesso sottovalutata, si sceglie il fotografo senza badar troppo a come lavora e questo è un grosso errore. Ogni fotografo ha il suo stile ed è fondamentale che la sua visione del matrimonio corrisponda con la vostra. Non ha nessun senso scegliere un fotografo che fa reportage se amate le foto posate e viceversa. Il fotografo di matrimonio non è lì solo per fare click, è lì per immortalare delle emozioni e la sua sensibilità deve essere in sintonia con la vostra.

Questo è importantissimo per evitare delusioni e fotografie che non corrispondono al vostro immaginario.

Una volta scelto il fotografo giusto per voi pensate di aver fatto tutto il necessario per avere foto stupende? Sbagliato!!! Le fotografie del matrimonio, come ogni fotografia, dipendono anche da voi e il vostro contributo è fondamentale.


Per ottenere belle foto ci sono due punti irrinunciabili: la luce e l’armonia.

La Luce: fotografare significa “scrivere con la luce”. Capirete da voi che senza luce, non si “scrive”. Forse sto esagerando ma la luce è davvero fondamentale per avere delle belle foto. Ovvio, mi direte. Credetemi, non lo è. Mi è capitato di scattare fotografie in stanze tutto fuorché luminose. Viene spontaneo, ad esempio, prepararsi nella propria cameretta da ragazza che spesso è piena di oggetti, non troppo ordinata e non particolarmente luminosa. Magari ha anche un letto a castello ed è stretta. Capirete da sole, ragionandoci, che la foto finale non sarà nemmeno lontanamente simile a quelle che vedete sulle riviste, anche se il vostro fotografo è bravissimo. Certo, lui saprà ottenere il meglio da quella situazione, ma rimane sempre una situazione svantaggiosa in partenza, in cui dovrà lavorare magari col flash e infilato in qualche angolo, con una visuale ridotta.

luceL’Armonia: le più belle foto, oltre che avere una bella luce, si presentano sempre armoniose. Le stanze sono ordinate, belle esteticamente, i colori sono armoniosi e tutto è curato nel dettaglio. Non ha importanza se non vivete in un’elegante villa, alcuni accorgimenti sono davvero banali. Ad esempio mettere un lenzuolo color pastello su cui appoggiare la vestaglietta. Ben diverso l’effetto se la stessa vestaglietta, ad esempio, fosse appoggiata sulle lenzuola con topolino di quando eravate bambine. Pensate, alle stesso modo, a quanto sarebbe diversa la fotografia se la sposa si preparasse in una stanza piena di oggetti, peluches, poster di qualche gruppo ormai estinto e, magari, un po’ di disordine. Ciò che rende magiche le fotografie di matrimonio è proprio la luce e l’armonia. Se ad esempio avete scelto dei colori pastello per le nozze, le lenzuola di cui parlavamo sopra vi aiuteranno ad enfatizzare il mood delle vostre nozze.

Capirete da sole che su questi due aspetti il fotografo, per quanto sia bravo, non ha nessun potere. Di certo non può mettersi a riordinare e tanto meno creare della luce dove non c’è (se non col flash, ma il risultato non sarebbe lo stesso). Probabilmente è la prima volta che vede la casa dei vostri genitori e al massimo avrà un’ora per scattarvi le foto. Ecco dove sta il vostro contributo e, credetemi, è un enorme contributo.

Qual è la soluzione?

Ciò che dovete fare è quello che gli americani definiscono HOME STAGING :
home = casa; stage = palcoscenico; home staging = mettere in scena la casa

Semplificandola potremmo dire che la casa viene allestita per le fotografie. Di solito si fa per le case in vendita ma funziona benissimo anche per le foto di matrimonio. Già vi vedo che mi mandate a quel paese pensando che è l’ennesima cosa da fare. Non sto parlando di tutta la casa, sto parlando di piccoli angoli pensati ad hoc per le fotografie. Ad esempio, per il momento del trucco evitate di farlo in bagno, posizionate una sedia davanti ad una finestra (anche in salotto!) in modo da essere inondate di luce naturale. Non solo sarà più facile per la vostra truccatrice ma le foto saranno tutta un’altra cosa.

Mettete in ordine, togliete oggetti, date al tutto un aspetto armonioso. Ad esempio, se vi preparate nella cameretta cercate di eliminare ciò che crea una sensazione di disordine. Rifate il letto, aggiungete un cuscino decorativo, riordinate la cassettiera lasciando pochissimi oggetti. Delle lenzuola coordinate, con dei cuscini decorativi scelti perché si sposino perfettamente, danno alla stanza un aspetto elegante e curato.
Perché quello a cui forse non avete pensato è che tutto ciò che c’è in giro per la stanza si vede in foto.
Se la vostra stanzetta è buia optate per la stanza matrimoniale dei genitori, sempre avendo l’accortezza di ordinarla e renderla il più luminosa possibile (se è buia aggiungete, ad esempio, delle lampade).

Allo stesso modo, se delle foto verranno fatte in bagno, fate in modo che sia ordinato ed armonioso. Eliminate il superfluo, non lasciate in giro flaconcini, bustine per il trucco, phon ecc…
Create dei piccoli angoli armoniosi ed ordinati. Questo vale per le stanze che pensate di usare per le fotografie. Se non vi va di sistemare tutta casa basta un piccolo angolo che rimanga intonso.


Nel prossimo articolo proseguiremo con la Cerimonia ed il Ricevimento.

Credits:
La ricetta del matrimonio perfetto
Sposami a Verona
Comune di Verona: il matrimonio