Basta smartphone e tablet ai matrimoni

La denuncia del fotografo fa il giro del Web

A tutto c’è un limite: a questo deve avere pensato Thomas Stewart, fotografo professionista specializzato in matrimoni che stufo delle continue “ingerenze” da parte di ospiti e invitati decisi a scattare la foto perfetta con lo smartphone ha lanciato un appello affinché ogni device tecnologico venga “bannato” dalle cerimonie.

Per rafforzare il concetto, espresso con un lungo post condiviso sul suo profilo Facebook, Stewart ha diffuso una foto scattata durante uno degli ultimi matrimonio cui ha lavorato, che ritrae il momento in cui la sposa percorre la navata e lo sposo la attende… sporgendosi però di lato per evitare il capannello di persone che, smartphone e tablet alla mano, scatta a raffica entusiasta di immortalare il momento: “Guardate questa foto. Lo sposo deve letteralmente sporgersi per vedere la futura moglie che arriva, e tutto perché gli ospiti con i loro telefoni occupavano la navata mettendosi in mezzo”, è stato lo sfogo, seguito da una serie di osservazioni sul perché questa pratica vada abolita.

“Non sto criticando questi invitati in particolare, e mi prendo la responsabilità di non avere spiegato sino in fondo come stanno le cose ai miei clienti. La realtà è che gli ospiti con fotocamere, smartphone e tablet stanno in mezzo ai professionisti, impedendoci di lavorare bene. Rovineranno gli scatti, le foto verranno peggiori, e voi state pagando qualcuno per avere un risultato. Oltre al fatto che le stesse persone staranno anche in mezzo ai vostri piedi, e c’è il rischio concreto che vi perdiate il momento più bello della vostra vita perché un iPad vi nasconderà il viso del partner”, ha spiegato Stewart, aggiungendo anche che, se tutto ciò non bastasse, “di solito le foto degli invitati fanno schifo. Abbiamo difficoltà persino noi professionisti a scattare in un ambiente con poca luce, o a riprendere un soggetto in movimento, figuriamoci loro”. Per non parlare, è l’indignata conclusione, di quando al momento clou, invece che contemplare i visi di parenti e amici emozionati, vi ritrovate davanti uno stuolo di cellulari e altri aggeggi tecnologici.

La morale? “Niente tecnologia, mai, durante le cerimonie: ditelo ai vostri invitati, scrivetelo su una lavagna, fate passare il messaggio dal vostro celebrante, scrivetelo persino in cielo”. E per quanto riguarda gli invitati, un appello al buon senso: “Siete stati invitati per condividere un momento importante, e celebrare l’amore tra due persone, e non per scattare foto che loro non vedranno probabilmente mai. Siete testimoni del loro matrimonio, quindi mettete via tutto e guardateli con gli occhi e con la mente, non attraverso lo smartphone”.

Uno sfogo che in pochi giorni ha riscosso un enorme successo, totalizzando quasi 100mila like e oltre 66mila condivisioni, per non parlare dei commenti di tutti quelli sposi che non hanno potuto fare altro che confermare la sua versione. Se state organizzando il vostro matrimonio, quindi, tra le molte cose da pianificare ricordatevi anche di questa.