L’importanza del fotoritocco

La fotografia non è la rappresentazione della realtà, ma l’interpretazione che il fotografo da’ della realtà stessa.

Anche nel matrimonio, come in qualsiasi altro campo, il fotografo da’ un’interpretazione personale della situazione. Se così non fosse, tutti i matrimoni celebrati in una stessa location sarebbero uguali. Invece, grazie proprio alla diversa sensibilità di ogni fotografo, possono – fortunatamente – essere molto diversi.
Nell’articolo precedente parlavo dell’effetto instagram come nuova moda (e nuovo modo) di elaborare lo scatto. Tuttavia qualsiasi fotografia viene elaborata dal fotografo secondo il suo gusto e la sua sensibilità, fin dall’inizio, a cominciare dall’inquadratura.
Successivamente la foto viene rielaborata in un programma di grafica, per ottenere il risultato voluto dal fotografo che, molto spesso, ha realizzato lo scatto in funzione della post produzione che aveva già in mente di applicare. Che si tratti di una conversione in bianco e nero, del sopra citato effetto instagram o di qualcosa di più articolato e complesso, non importa. Ciò che importa è che praticamente nessuno scatto viene consegnato agli sposi così come è stato fatto. Il professionista serio fa questo per garantire un risultato qualitativamente costante, un’uniformità generale del servizio e, non ultima, una assoluta personalizzazione delle proprie fotografie.

Lo stile di un fotografo non è dato solo dal tipo di scatto che egli effettua, scegliendo un certo tipo di luce ed una certa inquadratura, ma anche (e soprattutto) dall’elaborazione successiva dello scatto stesso. Un fotografo sufficientemente famoso è subito riconoscibile dal suo stile, così come lo è un designer, un pittore, un architetto. Ma anche un fotografo di matrimonio può differenziarsi da centinaia di colleghi grazie alla sua personale interpretazione.

Nel matrimonio, poi, è importante che gli sposi, ma sarebbe meglio dire la sposa, siano completamente soddisfatti di come appaiono.
D’altra parte è legittimo per la sposa che, nel giorno più importante e tanto atteso, il risultato sia perfetto. Mesi passati a scegliere l’abito, l’acconciatura ed il trucco adatti a far risaltare al meglio la propria personalità, sarebbe un delitto se venissero mortificati da una fotografia che non riesce a valorizzare questi sacrifici. Motivo in più per affidarsi alle mani di un capace professionista, piuttosto che delegare l’amico bravo con la macchina fotografica.
Ma per ottenere questa perfezione, spesso non è sufficiente sviluppare le fotografie seguendo il proprio stile. A volte è necessario intervenire con correzioni più pesanti e marcate. Per esempio, non è infrequente che un antiestetico brufolo o herpes, magari causato dallo stress, appaia su un bellissimo viso. A quel punto l’estetista fa quel che può, ma quasi mai riuscirà a nasconderlo completamente. E se è facile spiegare a parenti ed amici che la causa è stata la tensione dei giorni precedenti, sarà altrettanto frustrante riguardare le proprie fotografie con quel “difetto” sempre presente. Ecco quindi che il giusto intervento del fotografo può sistemare un problema altrimenti irrisolvibile.

E’ semplice, guardando la foto sotto, rendersi conto che una bellissima sposa non ha bisogno di un fotoritocco particolare. Un filo di trucco ed un taglio di capelli classico, senza acconciature improbabili , uniti ad una bella luce naturale: c’è tutto quanto basta per ottenere un bel primo piano.

elena0

Tuttavia, col trascorrere delle ore, l’iniziale viso rilassato può lasciare il posto ad un po’ di stanchezza, mentre il filo di trucco può sparire quasi completamente. D’altra parte sposarsi richiede impegno ed energie non solo nei preparativi, ma anche il giorno stesso delle nozze. Spesso si arriva a sera praticamente distrutti ed allora l’intervento di un ritocco può fare veramente la differenza. Quello che segue è un esempio forse un po’ troppo marcato, ma serve comunque a dimostrare quanto sia possibile intervenire anche in un secondo momento.